Quando includere l'alfabetizzazione nell'alfabetizzazione infantile?

Quando includere l'alfabetizzazione nell'alfabetizzazione infantile?

dec 03 | Isa Colli

Quando si tratta di alfabetizzazione, il soggetto è permeato da controversie. Mentre alcune scuole si impegnano a leggere e scrivere, altri sostengono l'idea di preparare i bambini prima dell'alfabetizzazione.

L'educatore austriaco Rudolf Steiner (1861-1925), in 1919, ha sostenuto la tesi che l'unico compito sano per un bambino degli anni 7 di sviluppare a scuola è quello di giocare. Per lui, si acquisisce fiducia quando il bambino partecipa al gioco e alle attività ricreative fisiche. Oltre a spendere energia, giocare aiuta nella coordinazione motoria, che si riflette nel dominio del corpo, nella lingua orale e, principalmente, contribuisce all'intelligenza del bambino.

Nella pedagogia Waldorf, lo sviluppo fisico, spirituale, intellettuale e artistico degli studenti deve essere integrato olisticamente in modo olistico, poiché il miglioramento di queste caratteristiche è più importante che imparare a leggere il proprio nome.

Rudolf Steiner avverte che l'eliminazione di attività che favoriscono la creatività e il pensiero può avere gravi conseguenze per il futuro infantile.

Ma, sfortunatamente, molte di queste pratiche sono state sostituite da un'istruzione precoce. I genitori trovano carino i bambini sanno leggere e scrivere e pensano di essere più intelligenti dei loro coetanei. Triste errore, perché l'alfabetizzazione è un processo lungo e pieno di passaggi, come gesti ed espressioni.

Ci sono bambini che imparano prima, naturalmente, e fermare questo processo è altrettanto dannoso della scrittura.

L'alfabetizzazione inizia come un bambino quando la madre borbotta le prime parole. Quando il bambino disegna simboli nell'aria, per esempio, sta manifestando il suo apprendimento. E questo linguaggio deve essere sviluppato nelle classi della prima infanzia, senza attività di lettura e scrittura meccanica che ostacolano o costringono fasi di sviluppo.

L'alfabetizzazione è importante, ma deve essere iniziata all'età giusta.

Forzare la lettura in anticipo può compromettere la formazione dell'individuo. Inoltre, può causare problemi come sovraccarico, carenze nella coordinazione motoria, apatia, disinteresse, demotivazione e stress. Imparare a leggere va oltre la memorizzazione di lettere, unendo sillabe e formando parole. È un periodo molto importante di appropriazione delle varie forme di comunicazione.

L'obiettivo dell'educatore dovrebbe essere quello di concentrare le energie, senza perdere nessuno stadio nella preparazione dello studente nella prima infanzia. Fare ciò significa anticipare le iniziative relative ai processi di alfabetizzazione e alfabetizzazione in modo tale che possa andare bene nella fase successiva, nella scuola elementare.

Nello stesso tempo in cui l'istituzione educativa svolge un ruolo importante, i genitori dovrebbero raddoppiare le loro cure con l'alfabetizzazione precoce. Nella maggior parte dei casi, la pressione inizia a verificarsi in casa, quando i membri della famiglia esagerano incoraggiando il bambino a leggere le parole o a scrivere nomi casuali.

È fondamentale che tutti prestino attenzione a questo. A casa, così come a scuola, le attività dovrebbero essere appropriate per la fascia di età, senza forzare il bar.

Condividi:

Registra la tua email per ricevere
notizie e scarica il mio free E-book.

GTranslate Your license is inactive or expired, please subscribe again!