Preoccuparsi di spazzatura preoccupa il mondo

Preoccuparsi di spazzatura preoccupa il mondo

Novembre 06 | Isa Colli

Il cestino è attualmente uno dei problemi più gravi dell'umanità. Il consumismo esagerato combinato con i rifiuti genera enormi quantità di rifiuti. Questo è un argomento estremamente importante e dovrebbe essere affrontato in classe.

Secondo le ricerche condotte dall'ONU, gli esseri umani producono annualmente 1,4 miliardi di tonnellate di rifiuti solidi urbani (MSW) - una media di 1,2 kg al giorno per persona. Se il numero sembra spaventoso, anche lo scenario scuro è stato tracciato a dieci anni da ora: 2,2 miliardi di tonnellate all'anno. Se il ritmo attuale è mantenuto, entro la metà di questo secolo, avremo 9 miliardi e 4 miliardi di tonnellate di rifiuti urbani all'anno.

Pericoli di slurry

Uno dei maggiori rischi per le popolazioni che vivono nei pressi delle discariche è la decomposizione di rifiuti organici (di solito gli alimenti) che formano un liquido scuro chiamato leachato.

In caso di eccesso, questo liquido può raggiungere le acque sotterranee (acque sotterranee) e contaminare acqua e molle, rendendo difficile l'approvvigionamento di acqua potabile nella regione interessata. Le piogge d'acqua piovana possono anche trasportare questo materiale a fiumi e mari.

Inoltre, la sospensione rilascia gas metano, molto tossico e può causare il cancro, la nausea, la vertigini, il sonno e l'irritazione nel naso e negli occhi. La composizione dei fertilizzanti varia notevolmente, ma può contenere metalli pesanti e microorganismi nocivi alla salute umana, in particolare per le donne in gravidanza. Ecco perché è necessario tenerli lontani dai siti di scarico, incoraggiare la raccolta selettiva e investire nell'educazione ambientale.

Cosa fare con il cestino?

Una volta accumulata dall'uomo, la spazzatura deve subire tre azioni: imballaggio, raccolta e destinazione finale. L'imballaggio dei rifiuti comporta la partecipazione di tutta la comunità e richiede una cura particolare. Se eseguita correttamente, rende più semplice, agile ed economica l'esecuzione delle altre fasi.

A raccolta rifiuti è un'attività svolta da operatori professionali di pulizia urbani che servono la comunità a tempi prefissati e pianificati.

Dopo la raccolta, inizia l'ultima fase del processo: o trattamento e smaltimento finale dei rifiuti.

In questa fase, tranne nei casi in cui vi sia separazione di rifiuti riciclabili, quando altri passaggi sono completati in precedenza, i rifiuti devono essere trasportati in luoghi speciali (discariche). In loro, la terra è disposta a impedire che la concia entri nel territorio e contamini il tavolo dell'acqua. In primo luogo è fatto il livellamento del suolo e poi è ricoperto di argilla e PVC per impermeabilizzare il suolo. La sospensione viene raccolta attraverso tubi e inviata ad un pozzetto di trattamento e la spazzatura è coperta quotidianamente per non essere esposta e minimizzare la sua azione dannosa per l'uomo e l'ambiente.

Bora insegnare tutto questo ai nostri figli?

Inquinando i diversi tipi di rifiuti e le principali fonti di inquinamento, evidenziando i problemi causati, come i diversi tipi di inquinamento: terreno, tavolo dell'acqua, aria, acqua superficiale e la proliferazione delle malattie, è un ottimo modo per affrontare le soggetto.

È interessante insegnare il tempo di decomposizione di ogni oggetto, in modo che lo studente sia consapevole della durata di ogni materiale in natura. È anche molto importante imparare ad identificare i materiali che possono essere utilizzati e trasformati in attività pedagogica, ad esempio.

"Quello che ho visto nelle scuole dove mi capita di essere, sono insegnanti di grande talento, veri artisti che trasformano le loro aule in importanti centri di sviluppo umano".

Riferimento:

http://www.senado.gov.br/noticias/jornal/emdiscussao/residuos-solidos/materia.html?materia=rumo-a-4-bilhoes-de-toneladas-por-ano.html

Condividi:

Registra la tua email per ricevere
notizie e scarica il mio free E-book.

GTranslate Your license is inactive or expired, please subscribe again!